Chi vuole creare un’istituzione commerciale stabile in Germania può scegliere una tra le diverse forme giuridiche a disposizione.

Spesso gli imprenditori si approcciano a questa tematica con un atteggiamento iniziale pericoloso: “deve costare il meno possibile!” La costituzione di una azienda con capitale molto basso o addirittura assente comporta infatti un elevato rischio fallimentare. Ciononostante sempre più imprenditori si lasciano sedurre dalle seguenti possibilità:

1. La “Limited”

Anche in Germania è possibile fondare una “Limited” come da diritto inglese con un capitale di 1 sterlina. L’atto dal notaio è presto fatto e poi…si parte!

Da una parte è vero che la responsabilità è limitata al capitale investito. Ma come può una Limited con capitale di 1 sterlina affittare un ufficio o comprare un’auto? Quindi bisogna comunque occuparsi del finanziamento della società e senza garanzia personale la banca ovviamente non presta denaro. In conclusione è il titolare a dover sostenere personalmente il finanziamento.

Nel caso l’azienda dovesse andare in fallimento, poi, anche ad una Limited si applicano le disposizioni fallimentari tedesche. Ad esempio: spesso non si fanno i conti col fatto che, se la domanda di fallimento non viene presentata o viene presentata in ritardo, il socio dovrà comunque rispondere con il proprio patrimonio personale.

Generalizzando si può dire che la forma giuridica di una società è di notevole importanza per la posizione della stessa sul mercato e per la valutazione della sua solvibilità. Ad una Limited in Germania non viene corrisposta molta fiducia. Questo potrebbe portare degli svantaggi commerciali come ad esempio condizioni di pagamento anticipato o dietro garanzia personale.

2. La società imprenditoriale (Unternehmersgesellschaft, UG)

Come alternativa alla forma giuridica inglese Limited il legislatore tedesco ha introdotto la “società imprenditoriale”, una mini-Srl. Questa può essere costituita con un capitale di 1 euro. Il socio, anche qui, non risponde con il proprio patrimonio personale.

I problemi per una UG sono gli stessi di una Limited (per i quali è quindi possibile vedere il precedente paragrafo).

Se però la società sopravvive alle prime fasi di attività, il capitale non rimane limitato ad 1 euro. Ogni anno il 25% dell’utile deve essere accantonato a capitale, fino al raggiungimento di una quota di 25.000,00 euro come per una normale S.r.l.

Invece gli imprenditori italiani che vogliono fare affari in Germania e grazie alla natura dei prodotti/servizi offerti non temono la responsabilità personale, possono scegliere tra numerose forme giuridiche:

a. La ditta individuale (Einzelunternhemer)

La ditta individuale è costituita dalla persona del fondatore che risponde con il proprio patrimonio personale.

b. La società semplice (Gesellschaft bürgerlichen Recht, GbR)

La società semplice implica la responsabilità collettiva dei soci.

c. La società in nome collettivo (Offene Handelsgesellschaft, OHG)

Due o più soci in questo caso rispondono personalmente e illimitatamente.

d. La società in accomandita semplice (Kommanditgesellschaft, KG)

Implica la presenza di un socio accomandatario pienamente e personalmente responsabile e uno o più soci senza responsabilità personale.

Per la costituzione di queste società di persone con responsabilità personale dei soci non è richiesto capitale sociale minimo. Anche qui è però di notevole importanza la liquidità al momento della costituzione dell’azienda. Tuttavia è più facile ottenere finanziamenti dalle banche per via della responsabilità personale dei soci.

Per chi, invece, predilige limitare la propria responsabilità personale ci sono le seguenti possibilità:

I. La società a responsabilità limitata (Gesellschaft mit beschränkter Haftung, GmbH)

La scelta più comune in Germania è la costituzione di una società a responsabilità limitata, che si costituisce un capitale minimo di 25.000,00 euro. Con una buona amministrazione sotto la supervisione dei soci la responsabilità è effettivamente limitata al capitale investito. Anche in questo tipo di società e con il capitale minimo di 25.000,00 euro la società avrà bisogno nella fase inziale di maggiore liquidità. Per via della responsabilità limitata le banche pretendono regolarmente la garanzia personale dei soci per la concessione di finanziamenti. Se il socio è una azienda italiana, il finanziamento attraverso quest’ultima è la via più comune.

Attenzione: se la S.r.l. di diritto tedesco entra in una cosiddetta crisi, il finanziamento non può essere semplicemente interrotto. Se questo dovesse succedere il curatore fallimentare ha il diritto di pretenderne l’esecuzione.

II. La GmbH & Co. KG

In questo caso si tratta di due società. Abbiamo una società in accomandita semplice in cui il socio principale che risponde personalmente è costituito da una società a responsabilità limitata che quindi, in pratica, risponde solo per il capitale investito! L’unione di queste due società può avere vantaggi fiscali, comporta però un maggiore impegno economico per via del raddoppiamento degli adempi fiscali e burocratici (costituzione, contabilità, bilancio).

III. La società per azioni (Aktiengesellschaft, AG)

Questa forma giuridica è più adatta per le imprese di grosse dimensioni. Il capitale minimo da investire ammonta a 50.000,00 euro. Queste società devono rispettare severe disposizioni formali e di controllo.

Maggiori informazioni a riguardo verranno fornite dall’autore su richiesta.